PERSEVERANZA (4)_Elda Cortinovis

– Pronto, Anna, ti disturbo?
– No, no. Ciao Bea, come va?
– Da schifo, io e Carlo ci siamo lasciati!
– Nooo! Carlo il pensionato arzillo, gentile e premuroso…mai incontrato uno come lui?
– Sì, Sì, proprio lui e non sfottere! Arzillo era arzillo, ma per il resto che noia!
– Ma non mi avevi detto che era una grande passione, fuoco vivo, a letto una bomba e bla bla, bla…
– Sì, ma dopo quattro mesi siamo qui a discutere sul cosa fare la domenica. Io arrivo al sabato come una pentola a pressione che sta per esplodere e ho voglia di andare al cinema o a teatro, un week end fuori porta… e lui che vuol rimanere incollato alla sua routine: messa, pranzetto e tv o, peggio, partita!
– Cavoli Bea! È il terzo uomo in un anno e finisce sempre così: o sono noiosi o sono sposati! Forse dovresti cambiare strategia. Tanto dal punto di vista affettivo sei a posto, hai un figlio. Un marito lo hai già avuto e non credo che tu voglia ripetere la cosa, quindi…
– E che strategia dovrei mettere in atto?
– Per esempio potresti cercare qualcuno che sia più affine a te culturalmente, con qualche interesse in comune e poi occuparti della passione. Magari informandoti prima che non sia già impegnato!
– Eh, parli così perché sono trent’anni che sei sposata! La passione all’ultimo posto!
– Che c’entra? Proprio per questo dico che se non coltivi altro, la passione non basta, soprattutto se cerchi un rapporto duraturo.
– Va beh, per fortuna domani sono a Milano per una mostra, poi incontro alcuni amici; speriamo che ci sia qualche new entry…
– Sei già a caccia? Non conosci il detto Errare humanum est… ?
– E’ un detto che non vale solo per me, visto che tu nonostante non sia soddisfatta del tuo matrimonio – con me non puoi negarlo – ti ostini a rimanere lì inchiodata!
– Ok, Bea, lasciamo andare. Ora ti devo lasciare, divertiti a Milano. Ciao, ciao.

Bea, che ne sa lei del mio matrimonio? In effetti, non è che tutto vada a gonfie vele, ma è difficile cambiare rotta. A volte mi sento come la mano che tiene insieme gli shanghai prima di iniziare il gioco. So che se lascio la presa, tutto va a rotoli e i problemi si incastrano e si complicano e per uscirne ci vuole una forza e una pazienza infinita. Così me ne sto quieta, mi lamento un po’ e poi ricomincio il mio tran tran.
Certo se Marco fosse più ordinato, se mi portasse a fare un bel viaggio, se mi facesse ancora un po’ la corte come da giovani, forse sarebbe diverso. O forse sono io che sono cambiata, dopo tutti questi anni…
L’altra sera quando mi sono trovata col gruppo di amici, quelli che non vedi da vent’anni e quando li incontri realizzi in un secondo che il tempo passa e che anche tu sei invecchiata, mi sono tornati in mente tutti gli amori di un tempo. Per uno in particolare mi ero presa una cotta pazzesca e avrei fatto carte false per avere una bella storia d’amore. Cosa che non è accaduta. Così in questi anni ho fantasticato e mi sono immaginata una storia appassionata, chiedendomi mille volte come sarebbe stata la mia vita con lui. Quando l’ho rivisto, mi sono detta: Ma come ho fatto ad innamorarmi di questo! Pelato, bianchiccio, triste… Bah! Ora basta… sai cosa faccio? Vado a casa in anticipo, mi faccio bella e aspetto Marco.

– Ciao Bea.
– Marco, che c’è? Come mai mi chiami?
– Me ne sono andato di casa…
– Com’è possibile? Ho appena sentito Anna e non mi ha detto nulla!
– Infatti, lei non lo sa ancora…
– Se vuoi puoi venire da me. Non ho impegni stasera… Ne parliamo, che dici?
– Ok, tra un’ora sono da te.
– Ti aspetto.

Come finiva quel detto? … perseverare diabolicum. Già!

 

ccCircolo Scrittori Instabili diCircolo Scrittori Instabili è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://circoloscrittorinstabili.wordpress.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://circoloscrittorinstabili.wordpress.com/.

Annunci

2 pensieri su “PERSEVERANZA (4)_Elda Cortinovis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...