“Qui ciascuno è perfetto a modo suo” (1) di Jlenia Adain Rodolfi

La porta si aprì sull’umidità soffocante del bar affollato e Pier si diresse verso il bancone. “Buongiorno, caffè?”, la voce della barista tradiva la fretta ma non ci fece caso: lo aspettavano in ufficio, ma senza caffè non poteva nemmeno pensare di entrarci. Era un rito mattutino il suo e gli faceva da trampolino per il resto della giornata.

Si, grazie Paola. Prendo anche un cornetto”, mentre sceglieva quello al cioccolato gli fu servito un caffè caldo e profumato proprio sotto il naso.

Cucchiaini e tazzine riempivano l’aria di una melodia stonata, ma quasi piacevole alle sue orecchie; la bocca si riempiva di un boccone alla volta e un sorso di caffè dopo ogni boccone. Restava rivolto verso il bancone con la testa leggermente piegata e sorbiva la sua colazione. Fu nel momento in cui la porta si spalancò facendo entrare una forte corrente d’aria fredda che si voltò: Denis stava tutto intabarrato davanti alla porta che lentamente si richiudeva.

Denis!”, il ragazzino sembrava congelato, aveva gli occhi spalancati e nonostante la bocca fosse coperta dalla sciarpa, era chiaro che là sotto era aperta dallo stupore.

Che ci fai qui?”, girò il polso e lo alzò verso il volto “sono le nove e mezza: non dovresti essere a scuola?”, non distolse lo sguardo e attese.

Io…”, giocherellava col piede e guardava a terra “non ci sono andato”.

Oh. Che ne dici di un cappuccino e un cornetto?”, Denis si illuminò e trotterellò verso il bancone. Ordinò per lui e si accomodarono a un tavolino poco lontano; fu mentre azzannava il suo cornetto che Pier tentò di fare qualche domanda:

Che c’era? Un’interrogazione? Un compito?”, Denis sapeva che poteva essere sincero, ma parlò con la voce di un topolino quando disse:

Non avevo voglia.”

Beh, capita, in effetti. Anche io stamattina eviterei di andare in ufficio. Tra l’altro ho un appuntamento con la donna più barbosa del mondo!”

È cicciona?”

Chi?”

Quella con la barba…”.

Pier scoppiò a ridere e gli assestò una pacca sul coppino. Denis mangiò altri due cornetti e spiegò che era la prima volta che non andava a scuola di proposito: era la giornata dedicata a Scuole Aperte, i genitori erano invitati a visitare la scuola e a seguire insieme ai loro figli le lezioni.

Non l’ho detto a papà. Insomma… ha già tanti pensieri”, abbassò i piccoli occhi marroni a osservarsi le unghie sporche e non disse altro.

E tu?”

Cosa?”

Come stai?”, Denis fece spallucce guardando il pavimento.

Sai, il gruppo su al Centro Sportivo serve a questo: confrontarsi e a raccontare quello che normalmente non puoi raccontare in giro. È domani pomeriggio l’incontro col gruppo; se ti va potremmo parlarne con gli altri.”

Con quegli sfigati?”, Denis aveva assunto l’aspetto di un piccolo gangster e a Pier non rimase che sorridere.

Del fatto che oggi hai saltato la scuola”, fece di nuovo spallucce ma stavolta il suo sguardo era fisso in quello di Pier. Aveva nel fondo dei suoi occhi una sorta di sfida, sembrava che lo stesse schiaffeggiando silenziosamente.

Decideremo domani. Tu pensaci.”

Se…”, il suo sì era strascicato e pigro, accompagnato da un cenno d’assenso con la testa, ma poi cominciò immediatamente a parlare di quanto fosse bella la nuova sede e di quanto gli piacesse il campo da basket. Pier sorrise e mosso da un impulso disse:

Ti va di venire con me in ufficio?”, Denis lo guardò incredulo.

Cosa è una specie di punizione?”

Ma va! Oramai hai quattordici anni, sei troppo grande per essere punito. Pensavo che potevi voler stare in un posto caldo anziché per strada. Che dici? Ho internet.”

Emanuela lo dirà a mio padre.”

Ci penso io a lei.”

Allora ok. Ma se poi glielo dice dobbiamo inventarci qualcosa. Non voglio che lo sappia.”

Affare fatto.”

Mentre uscivano uno accanto all’altro, la barista sentì Denis raccontare una barzelletta sporca.

Circolo Scrittori Instabili di Circolo Scrittori Instabili è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://circoloscrittorinstabili.wordpress.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://circoloscrittorinstabili.wordpress.com/.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...